“OLTRE: Ufologia & Esoterismo”. Convegno Nazionale, I Edizione

Comunicato della Società dello Zolfo per l’evento di domenica a cui interverremo.

La mia osservazione dell’Universo mi convince che ci sono esseri d’intelligenza e potere di gran lunga più elevati di qualsiasi cosa che possiamo concepire come esseri umani; che essi non sono necessariamente basati sulle strutture cerebrali e nervose che conosciamo, e che la sola ed unica possibilità per il genere umano di avanzare nell’insieme è che gli individui prendano contatto con tali esseri.

A. Crowley, 1944


Cari amici e liberi ricercatori, siamo orgogliosi di presentarvi “Oltre: Ufologia & Esoterismo”, una prima edizione a livello nazionale in cui si tratterà la materia ufologica da un punto di vista principalmente esoterico.

➡ Come si pone oggi l’ufologia nel mondo dell’esoterismo?
➡ Quando e perché le ricerche sui fenomeni Ufo si ritrovano all’interno di alcune società iniziatiche?
➡ E’ possibile contestualizzare il fenomeno del contattismo in ambito magico-spirituale?L’ufologia è sicuramente uno dei temi più controversi e difficili da inquadrare socialmente e storicamente, nonché il “mito moderno” per eccellenza.Dagli odierni avvistamenti e incontri ravvicinati, fino alle enigmatiche pitture rupestri che sembrano ritrarre dischi volanti ed esseri alieni, l’argomento Ufo non si è mai esaurito, anzi, le ipotesi avanzate a riguardo comprendono varie e differenti branche di studio.In ambito magico ed esoterico la presenza di entità aliene sembra palesarsi via via più frequentemente.Partiamo dall’operazione Amalantrah di Aleister Crowley, che nel 1918 a New York avrebbe aperto un portale dimensionale, entrando in comunicazione con un’intelligenza aliena denominata LAM, a cui fece seguito la prima raffigurazione di un cosiddetto “grigio”, in un disegno.Passiamo all’Operazione Babalon a Pasadena, dove nel 1946 Jack Parsons e Ron Hubbard tentarono di aprire un altro portale basandosi sugli scritti di Crowley.Gli scritti di Jacques Vallée, in cui si ipotizza l’esistenza di una dimensione parallela quale luogo di provenienza di esseri alieni.Infine Kenneth Grant, che oltre a studiare approfonditamente l’entità LAM, tramite la pubblicazione “Portali Esterni” in particolar modo, elaborò un corpus di conoscenze al fine di poter operare a livello esoterico al di fuori dell’universo conosciuto.Durante il convegno indagheremo quindi questo tema dal punto di vista esoterico, storico, antropologico e fantastico, grazie a quattro relatori che esporranno i loro differenti punti di vista, per cercare di fare chiarezza sull’argomento Ufologia.


RELATORI

➡ ROBERTO PINOTTI
Nato a Venezia nel 1944 ma fiorentino di adozione, è un sociologo, un politologo e un giornalista scientifico con 46 anni di iscrizione all’Albo. Laureatosi alla Facoltà di Scienze Politiche e Sociali “Cesare Alfieri” dell’Università di Firenze e già ufficiale di complemento presso una Grande Unità NATO con armamento nucleare tattico, la III Brigata Missili, è stato ricercatore in una azienda del polo aerospaziale fiorentino presentando diverse relazioni accademiche all’annuale Congresso della Federazione Astronautica Internazionale (IAF) e collaborando con l’ASI, l’ESA, l’International Space University di Strasburgo e l’Università di Firenze. Ha fondato nel 1967 il Centro Ufologico Nazionale (CUN) italiano da lui diretto ed è riconosciuto come uno studioso del tema degli UFO di fama mondiale. Poliglotta, è presidente dell’ICER (International Coalition for Extraterrestrial Research) e sul fronte librario ha al suo attivo oltre 50 titoli in sei lingue. Già consulente del SETI (Search for Extra-Terrestrial Intelligence), membro dell’Accademia delle Scienze di San Marino e in Italia dell’Accademia Costantiniana di Scienze Mediche, Giuridiche e Sociali, dal 1967 è stato frequentemente intervistato da emittenti televisive nazionali ed estere, acquisendo in ambito televisivo e sul web grande popolarità. Si è altresì attivamente occupato di esoterismo, di parapsicologia, di apparizioni mariane e di enigmi storico-archeologici raccordando il tutto con la fenomenologia UFO. Ha realizzato un centinaio di congressi mondiali e di quelli da lui annualmente coordinati sotto l’egida del Governo di San Marino 30 sono stati dedicati agli UFO e 20 alla vita extraterrestre. Dirige le riviste di divulgazione scientifica UFO (organo del CUN) e ARCHEOMISTERI. Il suo profilo su Wikipedia, oltre che in italiano, è stato realizzato in inglese, francese, rumeno, bulgaro e cinese. Ha visitato una trentina di paesi in cinque continenti. Astrofilo, gli è stato dedicato nell’ufficiale MINOR PLANETS CATALOGUE l’asteroide PINOTTI 12470-1997BC9, scoperto il 13 gennaio 1997 dall’astrofila Maura Tombelli del Gruppo Astrofili di Montelupo Fiorentino (FI).

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e testo

➡ MASSIMO CENTINI
Laureato in Antropologia Culturale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino. Ha lavorato a contratto con Università e Musei italiani e stranieri. Tra le attività più recenti: a contratto nella sezione “Arte etnografica” del Museo di Scienze Naturali di Bergamo; ha insegnato Antropologia Culturale all’Istituto di design di Bolzano. Docente di Antropologia culturale presso la Fondazione Università Popolare di Torino; insegna “Storia dell’Antropologia” ai corsi organizzati da MUA – Movimento Universitario Altoatesino – di Bolzano. Ha pubblicato numerosi saggi con Mondadori, Piemme, Rusconi, Newton & Compton, Yume, Xenia, San Paolo e altri. Alcuni dei suoi volumi sono stati tradotti in varie lingue.

INTERVENTO – “DAI CINOCEFALI AI MARZIANI: Una lettura antropologica dell’alieno”. L’osservazione del fenomeno ufologico, se effettuata attraverso i modelli e gli strumenti propri dell’antropologia culturale, analizza sostanzialmente gli effetti determinati dall’incontro con l’alterità. Il focus quindi si concentra non tanto sull’alieno in sé che, già in relazione alle valenze semantiche del termine si pone problematicamente nell’incontro tra osservatore e osservato, ma su cosa crediamo sia l’alieno.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante una o più persone e testo

➡ MARCO MACULOTTI
Editore e scrittore, è nato a Cremona nel 1988 e si è laureato a Milano. È il fondatore e direttore di “AXIS mundi”, rivista online di cultura, antropologia del sacro, storia delle religioni, esoterismo, folklore, letteratura del fantastico. Ha pubblicato su diverse riviste di studi tradizionali e letterari, sia cartacee (“Atrium”, “Arthos”, “Studi Lovecraftiani”, “Zothique”, “Dimensione Cosmica”, “Il Corriere Metapolitico”), sia digitali. Ultimamente si è concentrato sull’opera dello scrittore gallese Arthur Machen, pubblicando tre saggi: I Fair Ones, l’atavismo e la «regressione protoplasmatica»: la mitopoiesi panica di Arthur Machen (in Oltre il reale, GOG Edizioni, 2020), Le fate, le streghe e la porta per l’Altro Mondo: rilievi folklorici ed etnografici sull’opera di Arthur Machen (in “Zothique. Rivista di narrativa e cultura fantastica”, n. 4/2020) e Arthur Machen, profeta dell’Avvento del Grande Dio Pan (in Arthur Machen. L’apprendista stregone, Edizioni Bietti, 2020). Nel febbraio 2021 esce per Mimesis il suo primo saggio lungo, Carcosa svelata. Appunti per una lettura esoterica di True Detective, dedicato agli aspetti misteriosi e misterici della prima stagione della fortunata serie tv di Nic Pizzolatto. Tra le sue pubblicazioni più recenti segnaliamo, in quanto significativo in questa sede, il corposo saggio Il culto dei fairies nei paesi celtici: una escatologia di morte e rinascita (su “Arthos” n.29).

INTERVENTO – “FOLKLORE ALIENO”: Quando oggi si usa il termine «alieno», lo si utilizza sempre nell’accezione di «extraterrestre». Ma l’«alio» latino, da cui deriva l’«alieno» italiano, indica più generalmente una situazione di alterità rispetto all’essere umano, o meglio agli esseri umani viventi. «Alii» erano quindi, per gli antichi Romani, gli spiriti dei morti, nonché tutte quelle entità dell’Altro Mondo che esulavano dalla «norma» umana, e quindi, semplificando, sia gli dèi che i demoni. In questa sede, partendo dall’ipotesi parafisica di John Keel e Jacques Vallée, vogliamo analizzare i numerosi aspetti del moderno fenomeno UFO (e soprattutto delle «abduction») che appaiono correlati con le antiche tradizioni e con il folklore riguardante le entità fatate e “sottili” dell’Altro Mondo, dal rapimento di esseri umani da parte di questi ultimi al «Changeling», dal misterioso fenomeno del «Missing Time» a quello altrettanto enigmatico dei «cerchi nel grano».

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 1 persona e testo

➡ STEFANO MASELLA
Nasce ad Arona nel 1966. Nel corso della vita approfondisce da autodidatta diverse questioni riguardanti l’esoterismo europeo e mediterraneo, con particolare attenzione per la vita; le opere e l’eredità culturale di Aleister Crowley. All’età di 21 anni decide quindi di iniziare un percorso personale che transiti proprio dal lascito diretto della tradizione thelemica e, nel frattempo, continua ad approfondire i molti miti che costituiscono il tessuto narrativo da cui si vivificano le tradizioni iniziatiche europee in particolare il mito del Vril e le relative correlazioni anche legate al Nazismo Esoterico. Fa parte del centro di studi e ricerche C.T.A. 102 con il quale collabora da diversi anni.

INTERVENTO – “UFOLOGIA ESOTERICA: Un’introduzione all’analisi del fenomeno UFO dal punto di vista magico ed esoterico”. L’esperienza delle manifestazioni del contatto con entità preterumane ed extraterrestri porta alla considerazione del fenomeno come espressione della coscienza umana e della mente, collocando nel campo di quelle forze legate al nostro essere e alla nostra identità cosmica universale.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante testo

ORARI

17.00 – Stefano Masella
18.00 – Marco Maculotti
19.00 – Massimo Centini
PAUSA
21.00 – Roberto Pinotti


L’evento andrà in onda in diretta streaming sul canale Youtube della Società dello Zolfo al quale vi invitiamo ad iscrivervi gratuitamente.
Qui sotto lo streaming della nostra diretta,
a partire dalle ore 18:00

Rispondi