Video-diretta: “Ninfa in labirinto”. Incontro con Susanna Mati

Mercoledì 15 dicembre ritornano le nostre dirette su AXIS mundi TV. Nostra ospite questa settimana sarà Susanna Mati, con cui avremo modo di sviscerare il saggio di cui è autrice “Ninfa in labirinto: epifanie di una divinità in fuga”, originariamente pubblicato nel 2006 per Moretti&Vitali e appena ristampato.

VIDEO-DIRETTA

NINFA IN LABIRINTO: EPIFANIE DI UNA DIVINITÀ IN FUGA

LA NINFA. Il suo carattere inafferrabile emerge in questo libro da un excursus in cui si susseguono momenti filosofici e luoghi poetici. La sua figura misteriosa e appariscente si specchia nell’andamento narrativo del testo. Invasiva e maniacale, attratta verso il basso, mobiissima e incatturabile, di questa piccola semi-divinità è forse possibile reperire una ‘filosofia’ grazie ai concetti platonici di vita e movimento, attribuiti all’anima mundi. Attraversando la distesa delle sue successive incarnazioni femminili (Kore, Clizia, Arianna…), inevitabilmente si leverà una voce lirica — cantata da Porfirio, Nietzsche, Warburg, Montale… — che condurrà alfine a scorgere la drammatica reciprocità tra Ninfa e Labirinto: tra solitudine dell’anima e luogo del transito e della perdita. Da sempre incline alla discesa cosmica, questa creatura attraversa oggi un’indubitabile decadenza materiale; ma, quale emblema della Ninfa demonica, riesce ancora a costituirsi come un’inudibile, immanente musica delle sfere: il canto e il moto stesso del mondo.

SUSANNA MATI

SUSANNA MATI, filosofa e scrittrice, ha insegnato Estetica per molti anni allo IUAV di Venezia; è stata anche docente presso l’IRPA di Milano; fa parte del gruppo di ricerca internazionale “Hypernietzsche” (École Normale Supérieure). È autrice del volume Friedrich Nietzsche. Tentativo di labirinto (Feltrinelli 2017). Per Feltrinelli è curatrice di una riedizione delle opere di Nietzsche, della quale sono usciti finora i seguenti volumi: La nascita della tragedia (2015), Così parlò Zarathustra (2017), L’anticristo (2018), Poesie (2109), Al di là del bene e del male (2020). Per lo stesso editore ha curato F. Hölderlin, Poesie scelte (2010); Novalis, Inni alla notte (2012); Platone, Fedro (2013). Si è occupata inizialmente di studi sul mito, pubblicando per Moretti&Vitali Ninfa in labirinto (2006); La mela d’oro. Mito e destino (2009); Sex and the City: favola della donna single (2011); Filosofia della sensibilità. Per un’estetica come pensiero mitologico (2014) e, per il melangolo, La decisione di Platone. Sulla “condanna dell’arte” (2010). Per Mimesis ha scritto con F. Rella le ricerche su Georges Bataille, filosofo (2007) e Nietzsche: arte e verità (2008) e curato un’edizione di G. Bataille, Lascaux. La nascita dell’arte (2007). Ha curato inoltre Novalis, Del poeta regno sia il mondo (Pendragon 2005), Le Muse di W.F. Otto (Fazi 2005), la Storia dell’erotismo di G. Bataille (Fazi 2006), I miti di Platone di K. Reinhardt (il melangolo 2015). Per le edizioni Via del Vento, infine, ha curato una ventina di volumetti di scritti rari o inediti di grandi artisti e letterati del Novecento (Rilke, Proust, Kafka, Pessoa).

Rispondi